NPSG partecipa a "DEDICATO", uno spettacolo di beneficenza dedicato alle donne vittime di violenza e alla tutela dei diritti umani

Teatro Brancaccio, Roma, lunedì 10 aprile


 
Tutti voi conoscete l’impegno di Non c’è Pace Senza Giustizia e di altre autorevoli ONG italiane nella lotta contro le mutilazioni genitali femminili (MGF), una pratica tradizionale dichiarata fuori legge dalle Nazioni Unite perché lesiva dei diritti umani fondamentali di donne e bambine. In realtà le forme di violenza e discriminazione contro le donne sono numerose e toccano la vita di un numero insospettabile di persone: dallo stupro coniugale ai matrimoni forzati, gli esempi che si possono fare sono davvero numerosi.

Il fenomeno è talmente diffuso che le iniziative promosse per combatterlo non sono mai abbastanza. Soprattutto è importante l’impegno di tutti: uomini e donne, istituzioni e società civile, esponenti del mondo della cultura e dello spettacolo e mezzi d’informazione. Ci sono inoltre molti modi per affrontare il problema e combatterlo. Uno di questi consiste nel sostenere progetti mirati attraverso iniziative volte alla sensibilizzazione.

Proprio questo si è proposto di fare Dedicato, lo spettacolo teatrale che è andato in scena il 10 aprile alle 21:00 al teatro Brancaccio di Roma e i cui proventi andranno a costituire un fondo di solidarietà per sostenere la prevenzione e il contrasto della violenza sulle donne attraverso campagne di sensibilizzazione e progetti di formazione e reinserimento.

La manifestazione, ormai alla sua seconda edizione, nasce dall’impegno dell’associazione L’ApertaMente e della sua presidente Tiziana di Vito, che ha lavorato incessantemente per settimane per farne un evento all’altezza dell’obiettivo che si è dato.

Per questo Non c’è Pace Senza Giustizia, assieme a Differenza Donna, Amref Health Africa,L.I.D.U., Oxfam, Action Aid, Nosotras, Amnesty International e Unicef, ha voluto dare il proprio patrocinio e apporto a questa iniziativa, che ha il pregio di dare un sostegno concreto al lavoro in corso e di farlo grazie alle capacità artistiche di personalità che hanno deciso di esibirsi gratuitamente.

Lo spettacolo è stato condotto da Lorella Cuccarini e diretto da Franco Miseria e Claudio Porcarelli. Sul palco si sono alternati grandi personaggi dello spettacolo come Lino e Rosanna Banfi, Ricky Tognazzi e Simona Izzo, Giulio Scarpati, Paolo C onticini, Rossella Brescia, Gi anni Togni, CinziaTedesco e molti altri.
 

Fotografia: courtesy Gabriella Guido, AMREF