Porre fine alle MGF: Cena di Gala di Fendi a sostegno della campagna per porre fine alle Mutilazioni Genitali Femminili

Roma, 31 marzo 2004

Con un Grand Gala tenutosi nel prestigioso Salone delle Scienze del Museo Nazionale Preistorico ed Etnografico Luigi Pigorin di Roma ed una giornata spesa con Francesco Totti, l'acclamato attaccante della Squadra di calcio Roma, messa all’asta da Christie’s, l’evento a sostengo della campagna “porre fine alle MGF, organizzata dalle sorella Anna e Carla Fendi, è stato un vero successo.
 
L'audiovideo della serata di gala a cura di Radio Radicale
Il video sulle FGM realizzato da Oliviero Toscani in occasione della serata di gala
 
 
CAMPAGNA CONTRO LE MUTILAZIONI DEI GENITALI FEMMINILI: UN SUCCESSO LA SERATA ORGANIZZATA DA ANNA E CARLA FENDI
 
L’asta battuta ieri sera al museo Pigorini di Roma, in occasione della cena-evento a sostegno della campagna Stop FGM contro le mutilazioni genitali femminili - condotta in partnership dall’associazione radicale Non c’è Pace Senza Giustizia, dall’Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo (AIDOS) e da otto organizzazioni africane e arabe - ha raccolto 118.900 euro di finanziamento, che contribuiranno a garantire i prossimi due anni di attività in Africa e in Medioriente. L’iniziativa è stata promossa da Anna e Carla Fendi e da un comitato promotore d’eccezione che comprende nel board Susanna e Marella Agnelli, Maria Angiolillo, Gae Aulenti, Virna Lisi, Sophia Loren, Giulia Maria Mozzoni Crespi, Miriam Mafai, Rita Levi Montalcini e Gioia Torlonia. Alla presenza di oltre 500 invitati del mondo della moda, della cultura e dello spettacolo, hanno preso la parola Anna Fendi, Emma Bonino, la Presidente di AIDOS Daniela Colombo, la Presidente del Network Europeo contro le MGF Khady Koita, il Sindaco di Roma Walter Veltroni e il Presidente della Regione Lazio Francesco Storace. Alcuni personaggi si sono offerti di animare la serata battendo i lotti dell’asta governata da Christie’s: Carlo Verdone, sul palco insieme a Fabio Capello, ha aggiudicato una giornata per un bambino con Francesco Totti; Serena Dandini ha aggiudicato un’acquatinta di Carla Accardi e una di Sandro Chia; Lucio Dalla è salito sul palco per aggiudicare una scultura di Mario Ceroli, Lucrezia Lante Della Rovere per la collana di Luigi Scialanga e Fiorella Mannoia per la scultura di Giovanni Manganelli.
 
Dichiarazione di Emma Bonino, parlamentare europea e fondatrice di Non c’è Pace Senza Giustizia:
 
“Voglio ringraziare anche a nome delle nostre amiche africane e arabe che lottano per abolire questa pratica tutte le persone che sono intervenute, che hanno così contribuito alla prosecuzione di questa campagna internazionale importantissima. All’inizio della serata avevo fatto un appello alla generosità di ciascuno e non siamo stati delusi. Vi è stata una partecipazione straordinaria, un calore eccezionale, una serata bellissima il cui successo è stato garantito dalla tenacia e dalla passione di Anna e Carla Fendi, Maria Teresa, Maria Ilaria e Maria Silvia Venturini Fendi. Credo questa sia la dimostrazione che le donne italiane – di qualunque cosa si occupino nella vita – sono pronte a dare una mano alle donne che nel mondo lottano per i propri diritti e la libertà: così come ha fatto Elsa Peretti, che ha contribuito personalmente ai primi due anni di campagna. Oggi daremo davvero una bellissima notizia alle nostre partner.”