Introduzione

Promuovere la democrazia e lo stato di diritto in Medio Oriente e Nord Africa


 
Il Programma per la democrazia nel Medio Oriente e nel Nord Africa (MENA – Middle East North Africa), avviato nel 2003, si rivolge a situazioni in cui valori fondamentali ed universali sono calpestati dietro il pretesto della stabilità politica e di presunte incompatibilità culturali. L’obiettivo generale del Programma per la democrazia MENA è quello di promuovere valori democratici, istituzioni liberali e la trasparenza di governo attraverso la creazione di meccanismi politici di consultazione che riconoscano gli attori non-governativi, le ONG e la società civile come interlocutori legittimi e necessari delle istituzioni sui problemi delle riforme democratiche. Il programma si struttura a livello sia nazionale che regionale in collaborazione con diversi partner governativi, non governativi ed istituzionali e mira a sviluppare meccanismi efficaci e durevoli di consultazione e dialogo sulle riforme democratiche.
 
Nell'ambito di questo programma, in collaborazione partner nazionali e regionali, NPSG sta sviluppando e sostenendo una serie di attività volte a promuovere la democrazia e la tutela dei diritti umani favorendo l’incusione dei temi di giustizia transitoria, lotta contro l’impunità e riconciliazione (TJAR) come componenti essenziali del processo di ricostruzione e di transizione democratica in Bahrein, Libia, Siria, e Tunisia (in partenariato con l’Al-Kawakibi Democracy Transition Centre), nonchè a sostenere la società civile e promuovere la transizione democratica e il rispetto dei diritti umani in Iraq e Iran.
 

Obiettivi e metodologia
L'azione di NPSG è volta a facilitare il dialogo tra istituzioni pubbliche ed organizzazioni non governative, contribuendo a promuovere il ruolo di queste ultime come legittime interlocutrici nel dibattito politico riguardante temi come la democrazia, i diritti umani ed lo Stato di Diritto nel contesto regionale del BMENA (Broader Middle East North Africa – Medio Oriente allargato e Nord Africa). Le attività sono basate sul rispetto di tre criteri fondamentali:
 
Apertura ed inclusività: Le attività saranno caratterizzate da un approccio pubblico ed aperto, con lo scopo di rinforzare il riconoscimento reciproco tra società civile ed istituzioni pubbliche.
 
Partecipazione locale: Le attività rifletteranno le priorità programmatiche e le metodologie identificate sul campo dagli attivisti locali per la democrazia e saranno concentrate sui bisogni, le priorità e le metodologie identificate dagli esponenti locali della società civile.
 
Strategie a livello nazionale: Le attività saranno dirette ad individuare proposte e suggerimenti utili per elaborare strategie a livello nazionale per rinforzare il processo di riforma a livello regionale e nazionale.

Per maggiori informazioni, contattare mena@npwj.org oppure Gianluca Eramo, Coordinatore del Programma (geramo@npwj.org).