P-ACT: Percorsi di Attivazione Contro il Taglio dei diritti


 
 
P-ACT è un progetto finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) del Ministero dell’Interno ed ha come obiettivo quello di contribuire a rafforzare la prevenzione ed il contrasto alla violenza di genere rappresentata dalle Mutilazioni Genitali Femminili (MGF) nei confronti delle minori straniere attraverso appropriate azioni ed interventi di sistema.
 
Il Progetto è coordinato da Amref Health Africa Italia, in partenariato con Società Italiana Medicina delle Migrazioni (SIMM), Associazione Non c'è Pace Senza Giustizia, Università degli Studi di Milano Bicocca e Coordinamento Nuove Generazioni Italiane (CoNNGI) e si attua nelle città di Roma, Torino e Padova.
 
Il progetto intende rafforzare i servizi dei settori coinvolti dal tema in termini di competenze ed approcci attraverso azioni mirate di capacity building e formazione interculturale per operatori, sensibilizzazione degli ordini professionali, azioni di advocacy sui decisori e azioni sperimentali di mediazione etnoculturale per l’attivazione di servizi a supporto delle minori straniere vittime o potenziali vittime di MGF. 
 
Le attività previste includono:

  • Analisi dei bisogni e attivazione delle reti territoriali e dei servizi per uno sviluppo di abilità sostenibili, strutture organizzative, risorse e impegno per migliorare la salute. 
  • Formazione e capacity building volta a creare una vera comunità di operatori pubblici competenti. 
  • Sensibilizzazione e advocacy sui decisori enti locali in merito alla problematica delle MGF, all'importanza di includere percorsi e strumenti formativi negli enti di competenza e rilevanza di interventi di mediazione etnoculturale. 
  • Azioni sperimentali di mediazione etnoculturale nei territori di Milano e Roma, affiancata dalla produzione di linee guida e strumenti di mediazione etnoculturale.

 
Lista delle attività